MARINA HOST.700

Marina Morelli è una donna tutta da scoprire.

Iniziamo col dire che è una mamma impegnata di tre figli , che è una artista perché ha una solida reputazione come soprano barocco, che è una imprenditrice avveduta perché in poco più di 12 anni ha saputo prendere in mano  le redini dell’Hosteria ‘700 diventandone l’anima e lo chef.
Molto ha giocato l’essere sorella di Luca, prematuramente scomparso, bravissimo cuoco cremonese che diede vita al locale, ma ormai è tutta farina del suo sacco… e che farina!  E’ una donna multitaskin, piena di volontà e passioni,  determinata e impegnata, capace di spaziare dal marubino cremonese  fatto a mano al canto del repertorio rinascimentale e barocco.
Ora come ora, la padella ha preso il sopravvento su tutto : in cucina con lei c’è il figlio Lorenzo, mentre in sala si fa le ossa il giovane figlio Luca, sommelier.
La cucina è decisamente ispirata alla tradizione locale, con tocchi di modernità mai preminenti ma sempre ispirati da un tocco femminile e poetico che rappresenta appieno l’anima di questa valente signora della cucina cremonese.

 

LA RICETTA DELLA DOMENICA

Coscia d'anatra "au père douillet" ( del padre accogliente)

HOST.700 1 ANATRA

Ingredienti  per 4 persone 

4 cosce d'anatra,
1 gamba di sedano,
1 carota,
1 scalogno,
1/2 kg di cipolline borettane,
Vino bianco,
salvia e rosmarino 

Far rosolare le cosce con il sedano lo scalogno e le carote tagliate a pezzetti a fuoco moderato, aggiungere abbondante salvia e rosmarino tritato finissimo, sfumare con un bicchierino di vino bianco secco, far dorare bene le cosce, dopodiché mettere in forno a 180 gradi aggiungendo ancora brodo al bisogno. Ogni tanto girarle e irrorare le cosce con il fondo di cottura, Aggiungere le cipolline borettane a metà cottura facendo attenzione a che non si rompano. Per valutare quando le cosce saranno cotte, basta forarle con una forchetta e verificare che non fuoriesca del liquido. 

Servire ben calde.

 

IL VINO

vinoL’anatra è carne rossa, tenace e dal gusto deciso: direi che un accostamento interessante è quello con COSTA DEL NERO, un buon Pinot Nero prodotto nella splendida tenuta dei Conti Vistarino a Pietra de’ Giorgi, in Oltrepo’ Pavese.

Ci troviamo in una delle zone più belle di tutto il comprensorio, nonché in una tenuta storica che esiste dal 1700 e che oggi rappresenta un faro nella rinascita di questo territorio in cui il Pinot Nero eccelle e ne è l’emblema vinicolo.

Costa del Nero è un rosso di immediata piacevolezza, ampio e fragrante, con un tono sostenuto ma di grande misura.

Solo una parte viene affinata in legno, e questo basta a dare al vino quel tocco di struttura in più ottimo per renderlo adatto a sostenere primi e pietanze più strutturati e dai sapori anche decisi come queste cosce d’anatra, davvero gustose.

In alternativa, anche un piacevole Gutturnio Superiore o un Cabernet Franc friulano.

 

 IL LOCALE

Link: https://www.hosteria700.com/it/

 

 interni

 

 

Qui sotto è possibile scaricare la ricetta in formato PDF

Video presentazione

Il video di presentazione dell'Enoteca Cremona

Scopri Cremona

Una selezione di link utili per scoprire le bellezze di Cremona...

Seguici sui social

facebook,logo,social,social network,sn          instagram

Italian English French German